Vai al contenuto

Forms dei web: pro e contro

    I Forms sono una parte essenziale di molti siti Web. Essi forniscono un modo semplice per raccogliere informazioni di contatto dai lead, ricevere feedback dai clienti o elaborare gli ordini. Come per ogni cosa, però, ci sono anche degli svantaggi nell’usare i forms sul proprio sito web. In questo articolo discuteremo i pro e i contro dei forms in modo che tu possa decidere se sono la scelta giusta o meno.

    Vantaggi dei Forms:

    • Comodità per gli utenti: i forms consentono agli utenti di contattarti o richiedere informazioni facilmente. Non dovranno cercare il tuo indirizzo email o numero di telefono e potranno inserire tutte le informazioni necessarie in una volta sola.
    • Aumento della conversione: i forms possono aiutarti a generare più lead e ad aumentare il tasso di conversione. Ponendo le domande giuste, puoi raccogliere informazioni preziose sui tuoi potenziali clienti e indirizzarli in modo più mirato.
    • Raccolta dei dati in modo semplice: i forms rappresentano un modo semplice per raccogliere dati sui visitatori del tuo sito web. Puoi utilizzare questi dati per migliorare il tuo sito web, ottimizzare la tua strategia di marketing o aumentare il tuo servizio clienti.
    • Automazione: i moduli possono essere collegati ad altri software, come i sistemi di email marketing. Questo può aiutarti ad automatizzare i tuoi flussi di lavoro e a risparmiare tempo.

    Svantaggi dei Forms:

    • Forms lunghi: i forms lunghi sono meno intuitivi e possono portare a minor riscontro da parte del cliente. Mantieni i tuoi forms brevi e chiedi solo le informazioni di cui hai veramente bisogno.
    • Spam: i forms possono essere utilizzati dagli spammer per abusare del tuo sito web. Assicurati che i questi siano protetti dallo spam. Sentiti libero di chiederci di proteggere i tuoi forms con reCAPTCHA.
    • Problemi tecnici: i forms a volte possono presentare problemi tecnici. Assicurati di testare correttamente i forms su diversi dispositivi. Il proprietario del sito web può compilare personalmente i forms e vedere se li riceve come email nella sua casella di posta. È possibile che le email inviate dal sito finiscano nella cartella spam o, peggio ancora, vengano completamente bloccate. Il proprietario del sito web dovrebbe inoltre verificare regolarmente che i forms inviati siano archiviati correttamente nel back-end del sito web, in modo da poter verificare settimanalmente che tutti i forms inviati siano stati ricevuti. Questo controllo dovrebbe essere fatto regolarmente, perché il forms potrebbe funzionare bene oggi, ma non pochi giorni dopo a causa di:
    • aggiornamenti automatici del sito web e dei plugin
    • modifiche al sito web
    • licenze scadute per i plugin
    • modifiche ai filtri antispam, che stanno diventando sempre più severi con l’aumento dello spam

    Il mailer standard che WordPress utilizza per inviare i forms oggigiorno non è affidabile, perché i filtri antispam stanno diventando sempre più severi e quindi bloccano più di prima. Vorremmo installare un plugin che invii i forms web tramite Gmail, Outlook ed eventualmente con un secondo mailer esterno come backup per ridurre la possibilità che le email non finiscano nella tua casella di posta.

    Con le giuste impostazioni e controlli regolari, le possibilità che i clienti compilino un modulo sul tuo sito web e tu non riceva un messaggio sono molto minori, ma sfortunatamente non è mai possibile assicurarlo al 100% e sarebbe veramente un peccato perdere un cliente per questo motivo. Tuttavia, consiglio sempre ai proprietari dei siti web di controllare occasionalmente se i forms funzionano ancora correttamente, perché questi sono davvero importanti. Dobbiamo, però, accettare la piccola possibilità che le cose possano andare storte. Seguendo i suggerimenti sopra riportati, puoi utilizzare i forms per migliorare il tuo sito web, aumentare il tasso di conversione e ottimizzare la raccolta dei dati.