Vai al contenuto

Google

    Innanzitutto creeremo un account Google con il quale potremo accedere a Google Search Console, Google My Business, Google Analytics, Google Tag Manager, Google Ads, il tuo canale YouTube, ecc.

    Creazione di un account Google

    Non è conveniente utilizzare un indirizzo Gmail esistente o questo account. Lo useremo per la posta elettronica personale, il calendario, i contatti, ecc., ma lo userò solo per il sito web, perché prima o poi potrei anche dovermi collegare.

    Vai su myaccount.google.com e crea un account Google con un indirizzo email come: . I visitatori del sito web, ecc., non vedranno mai quell’indirizzo email da nessuna parte. L’account è esclusivamente per gli amministratori del sito web. Gentilmente, inviami il tuo indirizzo Gmail e la tua password.

    Per motivi di privacy, si consiglia di eliminare e disattivare tutto in “La mia attività Google” in modo che l’attività web, la cronologia delle posizioni e la cronologia di YouTube non vengano mai conservate.

    Recupero dell’account

    Vai su myaccount.google.com/security e controlla se in “Opzioni di recupero dell’account” l'”Indirizzo email secondario” e il “Numero di telefono di recupero” sono il tuo indirizzo email e il numero 06. In caso contrario, modificalo con i tuoi dati.

    E-mail di avviso

    Avvisi importanti sul tuo sito web o sulle campagne Google Ads verranno inviati a questo indirizzo Gmail. Per assicurarti di ricevere questi avvisi (senza effettuare l’accesso), ti consiglio di assicurarti che la posta elettronica venga inoltrata a un indirizzo email che leggi quotidianamente. Quindi vai su mail.google.com e fai clic sull’icona a forma di ingranaggio in Gmail e scegli le impostazioni. Nella scheda “Inoltro e POP/IMAP0” puoi impostare come inoltrare la tua email. Se in futuro ricevi un’email di avviso, inoltramela se desideri che io risolva il problema.

    Google Search Central

    Google Search Central è stato creato per aiutare i proprietari di siti web ad essere indicizzati su Google. Ad esempio, scoprirai se ci sono problemi. Se le pagine sono offline o sono state compromesse, potresti anche vederlo in Search Console e ricevere un’email di avviso. Search Console è anche il luogo in cui puoi inviare la sitemap del sito Web per aiutare Google a indicizzare il sito. Se hai modificato gli URL e hai dimenticato di impostare i reindirizzamenti 301, puoi risolverlo qui. Quindi è importante collegare il tuo sito web a Search Central, inviare la sitemap e tenere d’occhio Search Console e le e-mail.

    Statistiche di Google

    Google Analytics contiene infinite statistiche sui siti web. Sono disponibili informazioni su, ad esempio:

    • Visitatori del tuo sito web: da dove provengono, la loro età, che tipo di computer utilizzano, quali sono i loro interessi, ecc.
    • Come hanno trovato il tuo sito web: tramite i social media, la tua newsletter, la ricerca su Google, altri siti web, digitando direttamente l’URL nella barra degli indirizzi, ecc.
    • Come si comportano sul tuo sito web: dove entrano, come navigano ed escono dal tuo sito e come effettuano ricerche sul tuo sito web.
    • Se i tuoi obiettivi preimpostati vengono raggiunti: puoi monitorare le conversioni, come acquisti online, registrazioni, ecc.

      Google Analytics può aiutarti enormemente a migliorare il tuo marketing online. Sulla base delle statistiche puoi determinare i tuoi obiettivi aziendali, i KPI e la pianificazione annuale. Possiamo verificare periodicamente se siamo sulla buona strada o se dobbiamo apportare modifiche da qualche parte.

    Gestione tag di Google

    Con Google Tag Manager puoi, tra le altre cose, collegare Google Analytics al tuo sito web, in modo da poter tenere traccia delle statistiche del sito web. In un secondo momento, possiamo anche utilizzarlo per monitorare le conversioni di GoogleAds. Se hai inserito il tag una volta in Google Tag Manager, puoi gestire tutti i tag da Google Tag Manager.

    Google My Business

    Configurando correttamente Google My Business potrai far sì che la tua azienda sia più facilmente trovabile su: google.com/maps. In secondo luogo, in Google My Business puoi controllare la visualizzazione di ulteriori informazioni aziendali a destra dei risultati nella pagina dell’indice di Google. Ciò rende anche possibile raccogliere recensioni.

    Google Ads

    In poche parole, la pubblicità su Google può essere effettuata in due modi, ovvero tramite Search Ads e tramite Display Ads.

    Gli annunci di ricerca di Google sono annunci pubblicitari a pagamento su Google che vengono mostrati quando qualcuno cerca una delle parole chiave che hai impostato. Paghi solo per ogni clic che proviene da qualcuno che cerca qualcosa che offri. Finché gli annunci pubblicitari fruttano più del loro costo, è consigliabile investire in Google Ads. Se questo vale anche per la tua azienda è solo questione di fare una prova, perché il numero di conversioni generate è facile da misurare. Dovrai aspettare qualche mese per ottenere i primi risultati attraverso l’ottimizzazione. Puoi iniziare con un piccolo budget e, se noti che rende più di quanto costa, aumenta il budget stesso.

    Gli annunci display di Google vengono visualizzati sui siti web che fanno parte della rete display di Google. Questi sono siti Web come youtube.com. Gli annunci pubblicitari sono costituiti da immagini, animazioni o video. Questi vengono quindi mostrati a chi naviga in Internet su vari siti web che sono attinenti all’argomento da te impostato. Ciò significa che è possibile rivolgersi a un pubblico più ampio. Anche i clic sugli annunci display sono meno costosi, perché spesso riguardano persone che potrebbero non effettuare immediatamente un acquisto.

    È possibile puntare ad argomenti o segmenti di pubblico diversi. Quest’ultimo potrebbe essere un elenco di remarketing delle persone che hanno visitato il tuo sito web. Dopo aver continuato a navigare, vedranno i tuoi annunci.

    Successori critici

    È importante considerare in anticipo quanto segue. Fallo non solo per la tua azienda in generale, ma anche per gruppo di prodotti o servizio:

    • Cosa rende unica la tua azienda?
    • Cosa è decisivo per il successo della tua azienda?
    • Quali sono le tue competenze principali?

    Gruppo target e segmenti

    Indica in anticipo per ogni campagna, nel modo più chiaro possibile, chi sono i tuoi clienti ideali, sui quali possiamo focalizzare le campagne.

    TABELLA

    Messa a fuoco

    Non è possibile ottimizzare una sola pagina per più parole chiave diverse. Ottimizza ogni pagina per un gruppo di parole chiave e alternative. È anche troppo lavoro ottimizzare tutte le pagine in una volta sola. È meglio scegliere prima una serie di URL importanti e determinare le relative parole chiave. Ad esempio, inizia con i 5 prodotti o servizi più importanti, scegli gli URL che corrispondono ad essi e inizia.

    Strumenti per le parole chiave

    Ad esempio, con Google Ads possiamo trovare buone alternative alle idee esistenti sulle parole chiave. Con trends.google.nl possiamo anche confrontare tra loro i termini di ricerca per determinare quali alternative generano più visitatori. Dobbiamo tenere conto della “lingua” parlata dal tuo gruppo target e di quali potrebbero essere i termini di ricerca. Insieme creiamo un elenco di parole chiave per ogni prodotto o servizio. Lo strumento migliore per aiutarti in questo è semrush.com

    Specifico o generico?

    Dobbiamo scegliere parole chiave che genereranno molte conversioni senza sprecare il budget. Ciò significa che a volte dobbiamo utilizzare anche termini di ricerca meno utilizzati (con un volume di ricerca inferiore), ma che sono molto rilevanti per la vostra azienda e che possono generarvi molto fatturato. Il vantaggio di parole chiave più specifiche (con un volume di ricerca inferiore) rispetto a parole chiave più generiche (con un volume di ricerca più elevato) è che parole chiave specifiche sono più economiche e generano clic più pertinenti per te.